Origine PietraNewsAttività ⁄ Perchè conviene un pavimento in porfido

Perchè conviene un pavimento in porfido

Il porfido ha molti vantaggi e difetti di poco conto: è per questo motivo viene preferito ad altre tipologie di pietre per lastricare pavimentazioni esterne. Il maggior pregio è quello di essere un materiale assai resistente, capace di sopportare senza difficoltà sia il troppo caldo che il troppo freddo. Spesso viene impiegato in zone di montagna, dove si necessita di materiali resistenti al gelo ed al sale che viene utilizzato per evitare il ghiaccio.

La sua bellezza resta inalterata nel tempo e costantemente viene impiegato per realizzare pavimentazioni stradali. Inoltre il porfido è antisdrucciolevole ed ha una bassa capacità di assorbire le sostanze liquide, caratteristiche queste che lo rendono perfetto per l’esterno. La sua sopportazione agli urti ne permettono l’utilizzo anche in aree soggette a passaggi stradali frequentati. Unitamente il porfido non ha bisogno di manutenzione e viene pulito semplicemente con sapone e acqua.

Al di là della pavimentazione esterna dove viene utilizzato ormai da anni con la realizzazione dei più svariati disegni geometrici e decorazioni pavimentali, il porfido viene utilizzato anche per gli interni delle abitazioni, come ad esempio per la realizzazione di top da cucina. Infatti questa pietra lavica sopporta senza rovinarsi sia il caldo che il freddo e questo la rende un ottimale piano di lavoro.

Ma arriviamo agli svantaggi
Il limite più evidente è legato alla messa in opera. Infatti, se non viene eseguita ad opera d’arte, si può incorrere nel rischio di spaccature e crepature con evidente pericolo per la circolazione di auto e pedoni. Inoltre, se i cubetti della pavimentazione non sono della misura adeguata e il collante non è posato perfettamente, il porfido diventa estremamente scomodo per camminare.
Pochi limiti, legati principalmente alla posa: come già detto, non deve essere sottovalutata e deve sempre essere affidata ad esperti.
Originepietra è oggi in grado di rispondere a tutte le vostre esigenze, fornendo sia il materiale che la messa in opera dello stesso con personale specializzato.

Ma quanto può costare realizzare una pavimentazione, interna o esterna in porfido?
Il prezzo varia molto in base alla grandezza della superficie da realizzare e dal numero e dalla grandezza dei cubetti di pietra impiegati. Il range di prezzo fra i diversi tipi di materiale può essere anche notevole: si passa, infatti, dai 40 Euro/mq (posa e materiale compreso) ai 50,00 Euro/mq (posa e materiale compreso). La differenza sostanziale sul prezzo è fatta dalla metratura da posare e dallo spessore del materiale scelto come pavimentazione. I costi del materiale e posatura, però vengono poi bilanciati da quelli per la manutenzione che sono praticamente inesistenti.

Se parliamo di cubetti in porfido, sono diverse le modalità di posa e le più famose e utilizzate sono certamente quella ad archi contrastanti, quella a file dritte parallele e la posa a ventaglio. La posa in opera più utilizzata e per tanto detta anche “normale”, è la posa in opera ad archi contrastanti: consiste in un tipo di posa lineare con la realizzazione di vere e proprie strisce di cubetti (chiamate rande) che seguono semicerchi creando un affascinante seppur semplice disegno. Si tratta di una posa molto resistente e molto antica.

Si hanno ancora oggi testimonianze di piazze e strade pavimentate con cubetti in pietra ad archi contrastanti dove l’installazione è stata eseguita con sola sabbia ormai oltre un secolo fa.

La posa a ventaglio è chiamata anche a coda di pavone ed è molto elegante. Questo tipo di installazione può rendere la pavimentazione ancora più affascinante grazie all’uso di altri tipi di materiali per evidenziare il disegno (solitamente marmo). Si tratta di un posa regale, usata in ambienti di un certo spessore.

Per qualunque dubbio o richiesta di informazioni, non esitate a chiamare i tecnici Originepietra, telefonando al +39 335 1626336.